Dal 2013, Sylvatica è promotrice del progetto Ecomuseo “Orto del Centauro” che nasce dalla necessità di conservare e valorizzare in modo sostenibile l’eccezionale patrimonio naturalistico e culturale presente nel territorio di Collepardo. È un patto con il quale la comunità si impegna a gestire il territorio e la sua identità.

EcomuseoCollepardo si estende sui versanti meridionali dei monti Monna e Rotonaria, in una fascia compresa tra i 500 e i 1.750 metri di altitudine solcata dalle gole del torrente Fiume e del fosso Rio. Grazie alla favorevole esposizione, alla natura carbonatica dei substrati rocciosi e alla ricchezza di acque, questo territorio ospita una eccezionale biodiversità e notevoli beni culturali che raccontano la lunga storia delle popolazioni che l’hanno abitato.

Il nome dell’ecomuseo deriva dalla tradizione erboristica che caratterizza questa porzione dei Monti Ernici, definita dallo storico tedesco Febrònio “l’Orto del Centauro Chirone”. Secondo la mitologia, Chirone, figura di riferimento per la storia della medicina, si curò una grave ferita con le erbe spontanee qui raccolte.

La fantasia e la manualità dell’artista Patrick Alò hanno trasformato un cumulo di materiali ferrosi riciclati nella grande scultura “Il Chirone ferito“, che caratterizza oggi la facciata del palazzo comunale “La Rocca” e simboleggia l’ecomuseo.

Seguici Ecomuseo Collepardo

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi